Defibrillatori via drone in Svezia per salvare vite

Defibrillatori via drone in Svezia per salvare vite

Everdrone, leader nella tecnologia dei droni autonomi, ha recentemente annunciato che i suoi droni vengono ora utilizzati per inviare defibrillatori automatici esterni (DAE) sulla scena degli arresti cardiaci in situazioni di emergenza del mondo reale: un progetto unico nel suo genere. Il servizio, che attualmente raggiunge 80.000 residenti a Göteborg, in Svezia, sta collaborando con il call center nazionale di emergenza svedese e il Center for Resuscitation Science presso il Karolinska Institute.

La società ha recentemente annunciato che le operazioni si stanno espandendo a livello internazionale grazie a un accordo con i servizi medici di emergenza di Copenaghen, che fungerà da partner di ricerca e sarà responsabile dei servizi di spedizione di emergenza per determinare quali chiamate necessitano di assistenza prioritaria con i droni.

Un progetto per dare tempestività al soccorso

“Il progetto di ricerca in Svezia procede secondo quanto pianificato e la valutazione finale della fattibilità avrà luogo durante l’autunno”, afferma Andreas Claesson, ricercatore principale del progetto presso il Karolinska Institute. “Riteniamo che ci sia un grande potenziale in questo nuovo sistema, tuttavia sono necessarie ulteriori indagini per quanto riguarda l’effetto su una scala più ampia”.

“In una situazione di arresto cardiaco, tutto dipende dal tempo di risposta e dall’avvio del trattamento molto rapidamente”, ha affermato Fredrik Folke, capo della ricerca presso i servizi medici di emergenza di Copenaghen. “Garantendo che i nostri operatori forniscano istruzioni di RCP di alta qualità via telefono mentre il drone consegna un DAE sulla scena in pochi minuti, gli astanti possono avviare misure di salvataggio prima dell’arrivo dell’ambulanza. Il metodo di utilizzo dei droni per fornire forniture mediche di emergenza mostra un grande potenziale e può salvare numerose vite “.

il drone con defibrillatore in viaggio

I partner che hanno collaborato hanno stabilito una tabella di marcia in cui il servizio di droni sarà implementato in Danimarca durante la primavera del 2021.
Le aspettative sono di raggiungere inizialmente più di 100.000 persone nelle aree rurali e extraurbane, dove i tempi di risposta delle ambulanze sono relativamente lunghi.
“Il dispiegamento del sistema di droni a Göteborg è un ottimo inizio e speriamo di renderlo una parte permanente del dispaccio di emergenza svedese”, ha affermato Mats Sällström, CEO di Everdrone. “In tutto il progetto, abbiamo costruito una solida esperienza e imparato lezioni per il futuro. Sulla base di ciò che abbiamo appreso, perfezioneremo la tecnologia e le procedure operative per migliorare i tempi di risposta con droni più veloci e una pianificazione del percorso ottimizzata, per rendere il sistema ancora più efficiente e robusto prima del lancio in Danimarca.

Ricordiamo che la Sorveglianza Aerea Territoriale e la Croce Verde Torino stanno lavorando congiuntamente per il trasporto di defibrillatori in aree montane del Piemonte.

Lascia un commento